Le opportunità della crisi tra flessibilità e innovazione

opportunita della crisiLa congiuntura economica attuale rende sempre più difficile la gestione delle problematiche quotidiane delle piccole medie imprese e il settore della ristorazione non ne è immune. Tuttavia ci sono realtà lungo tutto lo stivale che in questo periodo di crisi aprono o si rinnovano.

Realtà che includono in tutte le loro valutazioni organizzative le difficoltà attuali dei mercati. Le esaminano, le rielaborano e le rivisitano in chiave diversa, cogliendone le opportunità collaterali e accettando la sfida coraggiosa, ma non incosciente, di mettersi in gioco con progetti innovativi, concreti e ben organizzati.

Progetti che non rincorrono sterili ambizioni, né perdono di vista le esigenze, gli interessi e le possibilità concrete dei clienti, ma che, al contrario, nascono, si organizzano e si realizzano proprio sui bisogni dei clienti.

Sono i bisogni più attuali che la crisi non è comunque riuscita ad abbattere o a mortificare, ma che anzi sono linfa importante per lo spirito delle persone e per guardare con un pizzico di fiducia verso il futuro.

Ora più che mai, anche nella ristorazione, adattarsi alle esigenze della clientela è imprescindibile. Sono di fondamentale importanza la flessibilità e la capacità di cogliere le richieste dei clienti.

Richieste mutate rispetto a un tempo, perché commisurate alle nuove difficoltà economiche che gli stessi vivono e alla conseguente diversa disposizione psicologica di ciascuno. Tutto questo, però, non si improvvisa.

L’esperienza, la professionalità e la capacità di gestire le risorse necessarie, insieme alle innovazioni tecnologiche che vengono in supporto alla ristorazione, come ad esempio il software gestionale per velocizzare ogni attività interna, sono i pilastri su cui si fondano i nuovi locali che cercano di affrontare il difficile momento storico-economico come un’opportunità.

Sulla base di queste premesse, credo sia particolarmente apprezzabile la creatività e l’operosità di chi non si siede di fronte alle difficoltà e cerca invece di ottimizzare le proprie risorse ponendosi all’ascolto dei clienti.

Da qui il successo di quei locali dove a costi contenuti si possono trovare prodotti di qualità, iniziative stimolanti e diverse attività collaterali che influenzano positivamente la clientela, fidelizzandola e interessandola, nonostante il periodo difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *