Il Torneo Sei Nazioni: le squadre partecipanti

Torneo sei nazioniIl Sei Nazioni, il cui nome ufficiale è RBS Six Nations, è un torneo nato oltremanica che include attualmente anche la Francia e l’Italia. Data la sua storia e il calibro delle squadre che partecipano, è il torneo più importante dell’emisfero settentrionale del mondo.

La prima edizione del torneo, che però all’epoca aveva un altro nome, venne disputata nel 1883 tra Galles, Irlanda, Inghilterra e Scozia. La Francia entrò nel torneo nel 1910, mentre la prima partita dell’Italia al Sei nazioni si svolse nel 2000.

Anche se la nostra nazionale non ha ancora vinto neanche un edizione del prestigioso torneo, l’evento sportivo riscuote ogni anno un successo maggiore in termini di presenze allo stadio, tifo e anche di scommesse online o scommesse nei punti vendita.
In questo articolo ricostruiamo brevemente il profilo e la storia delle sei nazionali di rugby a 15 che partecipano all’ambito Six Nations.

Inghilterra

La nazionale di rugby a 15 dell’Inghilterra può vantarsi di essere la squadra nata insieme al rugby stesso. L’invenzione del rugby si deve infatti agli studenti dell’omonima cittadina, situata nella contea del Warwickshire.
La prima partita internazionale fu quella tra Scozia ed Inghilterra nel 1871, vinta però dalla rivale scozzese.
L’Inghilterra vanta ben 36 vittorie del trofeo Sei nazioni e una Coppa del Mondo, conquistata nel 2003.
Lo stadio ufficiale della nazionale, il cui simbolo è la rosa rossa dei Lancaster stilizzata, è il Twickenham di Londra. La prima tenuta è completamente bianca.

Irlanda

Non si può pensare al rugby europeo senza pensare all’Irlanda, il cui simbolo è il trifoglio di San Patrizio. Secondo la leggenda, il trifoglio venne usato dal santo per spiegare alle popolazioni dell’isola il concetto della Trinità cristiana. Il trifoglio è stato adottato dalla squadra di rugby irlandese al posto della bandiera, giudicata inappropriata visto che la squadra irlandese riunisce due realtà territoriali politicamente divise: l’EIRE e l’Ulster.
Anche l’inno è diverso sia da quello inglese sia da quello irlandese, ed è un canto creato appositamente per la squadra di rugby.
La tenuta di questa squadra è verde con i pantaloncini bianchi.
L’Irlanda ha vinto 21 edizioni del Sei nazioni, aggiudicandosi anche 10 Triple Crown e 2 Grandi Slam.
Per ben cinque volte, inoltre, ha raggiunto ai Mondiali di rugby i quarti di finale.

Scozia

Gli scozzesi sono conosciuti nel mondo come 2Highlanders”, ma in realtà il soprannome è “Thisles”, cioè cardi, dal nome della pianta che li rappresenta e che figura sullo stemma. La divisa della Scozia è blu con pantaloncino bianco.
Il debutto della Scozia si ebbe nel 1873 contro l’Inghilterra, in una partita che venne vinta proprio dalla nazionale del cardo. Al Sei nazioni la Scozia è arrivata prima per 22 volte, mentre alla Coppa del Mondo il miglior piazzamento è il quarto posto del 1991.

Galles

Il Galles ha vinto per ben 36 volte il Trofeo Six Nations, mentre nella Coppa del Mondo è arrivato terzo nel 1987. La squadra è rappresentata dalle piume del principe del Galles e la prima tenuta è composta da maglia e calzettoni rossi con pantaloncini bianchi. Nel 1999 il nuovo stadio di Cardiff (Millennium) ha mandato il pensione lo stadio storico della stessa città, il National.
Lo sport del rugby ha una grande importanza nel Galles, dove è tra gli sport più seguiti e amati. Una delle caratteristiche storiche della squadra è l’accesa rivalità con l’Inghilterra.

Francia

Bleu, Cocques o Les XV de France: questi i tre soprannomi dei giocatori della nazionale di rugbu a 15 della Francia. Pur non avendo dato i natali al rugby, la Francia ha una delle sqaudre più forti al mondo.
Il debutto della Nazionale avvenne a inizio Novecento, dopo che lo sport venne importato da alcuni imprenditori inglesi l’avevano praticato a scuola.
La prima edizione del Sei Nazioni a cui partecipò la Francia fu quella del 1910. Negli anni Trenta, la Francia venne momentaneamente esclusa con l’accusa di “professionismo”, cioè di aver ingaggiato dei giocatori professionisti. A quei tempi i giocatori di rugby a 15 non potevano essere pagati, pena l’esclusione dai tornei ufficiali.
La Francia è arrivata seconda alle edizioni del 1987, 1999 e 2011 della Coppa del Mondo. Il torneo Sei Nazioni ha visto la Francia arrivare al primo posto per 25 volte.

Italia

Il rugby giunse nel nostro Paese alla fine del XIX secolo e nel 1929 la Nazionale italiana fece il suo esordio. L’ammissione al Torneo Sei Nazioni avvenne nel 1998, e la prima partita venne disputata nel 2000. Purtroppo la nostra squadra non ha finora mai vinto nemmeno un’edizione, ma la crescente popolarità del rugby fa ben sperare per il futuro.
Lo stadio ufficiale degli Azzurri del rugby è il Flaminio a Roma, anche se attualmente le partite si disputano allo Stadio Olimpico a causa dell’inagibilità del primo.
La prima divisa italiana è azzurra mentre lo stemma è il tricolore con foglie dorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*